Inizio Corsi Aikido e Aiki Jujutsu 2016

Inizio Corsi Aikido e Aiki Jujutsu 2016 presso Palestra Fusion Via di Sotto n. 8 (sopra Conad)

aikidoposter

Nuovo video Aikido Hokkaido

Programma Tecnico Aikido

Gokyu
(minimo 30 giorni d’allenamento)

Hanmi
Tai Sabaki
Ukemi (Mae / Ushiro / Yoko)
Katate Dori Tai No Henko (Kihon e Ki-no-nagare)
Morote Dori Kokyu Ho (Kihon)
Shomen Uchi Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Katate Dori Shiho Nage (Omote e Ura)
Shomen Uchi Irimi Nage
Suwari Waza Ryote Dori Kokyu Ho (Chudan)

Ken suburi Nanahon
Roku No Jo

Yonkyu
(minimo 40 giorni d’allenamento)

Shomen Uchi Dai Nikyo (Omote e Ura)
Kata Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Kata Dori Dai Nikyo (Omote e Ura)
Yokomen Uchi Shiho Nage (solo Omote)

31 No Jo Kata

Sankyu
(minimo 50 giorni d’allenamento)

Shomen Uchi Dai Sankyo (Omote e Ura)
Shomen Uchi Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Kata Dori Dai Sankyo (Omote e Ura)
Kata Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Ryote Dori Shiho Nage (Omote e Ura)
Shomen Uchi Kote Gaeshi
Tsuki (Chudan) Kote Gaeshi
Katate Dori Kote Gaeshi
Ryote Dori Tenchi Nage
Tsuki (Chudan) Irimi Nage
Suwari Waza Shomen Uchi Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Shomen Uchi Dai Nikyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Shomen Uchi Dai Sankyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Shomen Uchi Dai Yonkyo (Omote e Ura)

Go No Awase
Shichi no Awase

Nikyu
(minimo 50 giorni d’allenamento)

Yokomen Uchi Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Yokomen Uchi Dai Nikyo (Omote e Ura)
Yokomen Uchi Dai Sankyo (Omote e Ura)
Yokomen Uchi Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Yokomen Uchi Dai Gokyo (solo Ura)
Katate Dori Irimi Nage (Jodan/Chudan/Gedan)
Yokomen Uchi Irimi Nage
Katate Dori Kaiten Nage (Soto e Uchi Mawari)
Shomen Uchi Shiho Nage (solo Omote)
Katate Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Katate Dori Dai Nikyo (Omote e Ura)
Katate Dori Dai Sankyo (Omote e Ura)
Katate Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Ryote Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Ryote Dori Dai Nikyo (Omote e Ura)
Ryote Dori Dai Sankyo (Omote e Ura)
Ryote Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Ushiro Ryote Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Ushiro Ryote Dori Dai Nikyo (Omote e Ura)
Hanmi Handachi Waza Katate Dori Shiho Nage (solo Omote)

13 No Jo Kata

Ikkyu
(minimo 70 giorni d’allenamento)

Shomen Uchi Kaiten Nage (Soto e Uchi Mawari)
Tsuki (Chudan) Kaiten Nage (solo Soto Mawari)
Kosa Dori Kote Gaeshi
Ryote Dori Kote Gaeshi
Katate Dori Kokyu Nage (Jodan/Chudan/Gedan)
Ushiro Ryote Dori Dai Sankyo (Omote e Ura)
Ushiro Ryote Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Kata Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Kata Dori Dai Nikyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Kata Dori Dai Sankyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Kata Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Yokomen Uchi Dai Ikkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Yokomen Uchi Dai Nikyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Yokomen Uchi Dai Sankyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Yokomen Uchi Dai Yonkyo (Omote e Ura)
Suwari Waza Yokomen Uchi Dai Gokyo (solo Ura)
Hanmi Handachi Waza Katate Dori Kaiten Nage (solo Soto Mawari)

Jo Suburi Nijuppon

Shodan ( cintura nera – 1° grado)
(minimo 1 anno d’allenamento)
Al candidato sono richieste conoscenze sulla terminologia dell’Aikido, la sua storia e la sua origine.

Kata Dori Shiho Nage (Omote Waza)
Kata Dori Kote Gaeshi
Kata Dori Irimi Nage (2 Forme)
Ryote Dori Koshi Nage (3 Forme)
Katate Dori Koshi Nage (2 Forme)
Shomen Uchi Koshi Nage
Yokomen Uchi Koshi Nage
Ryote Dori Kokyu Nage (2 forme – Soto e Uchi Mawari)
Morote Dori Kokyu Nage (2 Forme)
Tsuki Dai Rokkyo
Ushiro Ryote Dori Kote Gaeshi (2 Forme)
Ushiro Ryote Dori Koshi Nage
Ushiro Ryote Dori Kokyu Nage (2 Forme)
Ushiro Ryokata Dori Kokyu Nage
Hanmi Handachi Waza Shomen Uchi Irimi Nage
Hanmi Handachi Waza Shomen Uchi Kote Gaeshi
Hanmi Handachi Waza Shomen Uchi Kaiten Nage (Soto Mawari)
Suwari Waza Ryote Dori Kokyu Ho (Jodan / Gedan)

Jo Dori: Choku Tsuki Kokyu Nage (1 forma da Gyaku Hanmi)
Choku Tsuki Kokyu Nage (2 forme da Ai Hanmi)
Tachi Dori: Shomen Uchi Kote Gaeshi (da Gyaku Hanmi)
Shomen Uchi Kokyu Nage (da Ai Hanmi)
Tanken Dori: Yokomen Uchi Dai Gokyo (Ura Waza)
Tsuki (Chudan) Kote Gaeshi.
Jo Suburi Nijuppon
Ken Suburi Nanahon
Ken No Awase

Nidan ( cintura nera – 2° grado)
(minimo 2 anni d’allenamento)
Al candidato sono richieste conoscenze approfondite sulla terminologia tecnica e storica dell’Aikido, ivi incluse notizie biografiche del Fondatore.

Morote Dori Kokyu Ho (Kihon – 2a forma)
Morote Dori Kokyu Ho (Ki no nagare)
Muna Dori Juji Nage
Yokomen Uchi Koshi Nage (2 Forme)
Ushiro Ryote Dori Juji Nage
Ushiro Ryote Dori Koshi Nage (2 Forme)
Ninin Dori Kokyu Nage
Morote Dori Koshi Nage (2 Forme)
Ki No Nagare delle seguenti serie:

Kata Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura Waza)
Kata Dori Dai Nikyo (Omote e Ura Waza)
Kata Dori Dai Sankyo (Omote e Ura Waza)
Kata Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura Waza)
Katate Dori Dai Ikkyo (Omote e Ura Waza)
Katate Dori Dai Nikyo (Omote e Ura Waza)
Katate Dori Dai Sankyo (Omote e Ura Waza)
Katate Dori Dai Yonkyo (Omote e Ura Waza)
Shomen Uchi Dai Ikkyo (Omote e Ura Waza)
Shomen Uchi Dai Nikyo (Omote e Ura Waza)
Shomen Uchi Dai Sankyo (Omote e Ura Waza)
Shomen Uchi Dai Yonkyo (Omote e Ura Waza)

Jo Dori: Choku Tsuki Kokyu Nage (1 forma da Gyaku Hanmi)
Choku Tsuki Kokyu Nage (1 forma da Ai Hanmi)
Tachi Dori: Shomen Uchi Irimi Nage (da Gyaku Hanmi)
Shomen Uchi Dai Rokkyo (da Gyaku Hanmi)
Shomen Uchi Kokyu Nage (da Gyaku Hanmi)
Shomen Uchi Kokyu Nage (da Ai Hanmi)
Tanken Dori: Yokomen Uchi Shiho Nage (Omote Waza)
Yokomen Uchi Dai Gokyo (Ura Waza)
Shomen Uchi Dai Gokyo (Ura Waza da Gyaku Hanmi)
Shomen Uchi Dai Gokyo (Ura Waza da Ai Hanmi)
Shomen Uchi Kote Gaeshi (Kihon)
Shomen Uchi Kote Gaeshi (Ki no nagare – 2 forme)
Choku Tsuki Kokyu Nage
Choku Tsuki Kaiten Nage (Soto Mawari – 2 forme)
Choku Tsuki Kote Gaeshi
Choku Tsuki Dai Rokkyo

31 No Jo Kata
13 No Jo Kata
Sandan ( cintura nera – 3° grado)
(minimo 2 anni d’allenamento)
Non saranno a questo livello tollerate lacune sulla conoscenza della terminologia tecnica e didattica.

Morote Dori Kokyu Ho (3a, 4a e 5a forma)
Ushiro Ryote Dori Kote Gaeshi (2 forme)
Ushiro Ryote Dori Dai Sankyo (Oyo waza)
Ushiro Ryote Dori Koshi Nage
Ushiro Katate Muna Dori Kokyu Nage
Ushiro Katate Muna Dori Koshi Nage
Ushiro Katate Muna Dori Juji Nage
Ushiro Ryokata Dori Kokyu Nage (3 Forme)
Hiji Dori Kokyu Nage (2 Forme)
Sode Dori Kokyu Nage (2 Forme)
Sode Guchi Dori Kokyu Nage
Morote Dori Koshi Nage (3 Forme)
Morote Dori Kokyu Nage (3 Forme)
Ryote Dori Kokyu Nage (3 Forme)
Ryokata Dori Kokyu Nage (2 Forme)
Ryokata Dori Aiki Otoshi (2 Forme)

Ki No Nagare delle seguenti serie:
Yokomen Uchi Katame Waza (Omote e Ura Waza)
Ushiro Ryote Dori Katame Waza (Omote e Ura Waza)
Morote Dori Katame Waza (Omote e Ura Waza) – Shita Kara Ue Ni / Ue Kara Shita Ni
Shomen Uchi Shiho Nage (Omote Waza)
Shomen Uchi Irimi Nage
Shomen Uchi Kote Gaeshi
Shomen Uchi Koshi Nage
Ninin Dori Kokyu Nage
Ninin Dori Shiho Nage

Jo Dori: Choku Tsuki Shiho Nage
Choku Tsuki Kokyu Nage (4 forme da Ai Hanmi)
Choku Tsuki Kokyu Nage (3 forme da Gyaku Hanmi)
Choku Tsuki Dai Rokkyo (da Gyaku Hanmi e Ai Hanmi)
Tachi Dori: Shomen Uchi Kokyu Nage (3 forme da Ai Hanmi)
Shomen Uchi Kokyu Nage (2 forme da Gyaku Hanmi)
Tanken Dori: perfezionare il programma completo
Kumi Tachi Gohon
Ki Musubi No Tachi

Yondan ( cintura nera – 4° grado)
(minimo 3 anni d’allenamento)
E’ richiesta la conoscenza profonda di tutti programmi precedenti, della storia dell’Aikido e della vita del Fondatore O Sensei UESHIBA MORIHEI.

Katate Dori Kokyu Nage (4 forme – Kihon/Ki No Nagare)
Katate Dori Sumi Otoshi
Kata Dori Kokyu Nage (3 Forme)
Muna Dori Kokyu Nage (4 forme)
Muna Dori Koshi Nage
Ushiro Ryokata Dori Kokyu Nage (6 Forme)
Ushiro Ryokata Dori Aiki Otoshi (2 Forme)
Ushiro Katate Muna Dori Kokyu Nage (3 forme)
Ushiro Eri Kubi Dori Kokyu Nage (4 Forme)
Ushiro Eri Kubi Dori Ude Garami
Ushiro Eri Kubi Dori Katame Waza
Ushiro Eri Kubi Dori Shiho Nage Ki No Nagare (Omote e Ura Waza)
Ushiro Dori Kokyu Nage
Sannin Dori Kokyu Nage

Ki No Nagare delle seguenti serie:
Morote Dori Koshi Nage (5 Forme: Shita Kara Ue Ni/Ue Kara Shita Ni)
Ryote Dori Kokyu Nage (4 Forme)
Ryote Dori Tenchi Nage
Ryokata Dori Kokyu Nage (3 Forme)
Jo Dori: perfezionare il programma completo.
Jo Mochi Nage Waza: Shiho Nage Nikyo / Ude Garami
Kokyu Nage (5 Forme)
Tachi Dori: perfezionare il programma competo.
Shomen Uchi Dai Sankyo (da Ai Hanmi)
Shomen Uchi Dai Yonkyo (da Ai Hanmi)
Tanken Dori: perfezionare il programma completo
San Ju Ichi No Kumi Jo
Ju San No Jo Awase

Godan ( cintura nera – 5° grado)

Per tale grado non esiste uno specifico programma tecnico poiché si riceve SUISENJO (ad honorem). Per tale grado esiste invece il programma di BUKI WAZA, ed è il seguente:

Kumi Jo Juppon
Ken Tai Jo No Awase

 

PROGRAMMA BUKI WAZA

Aiki No Jo (il jo dell’Aiki)

Jo Kamae (posizione del jo):

Migi (destra)
Hidari (sinistra)
Tsuki No Kamae (posizione di tsuki)
Ken No Kamae (posizione della spada)

Jo Suburi Nijuppon (20 movimenti del jo):

Tsuki Gohon:

1. Choku Tsuki
2. Kaeshi Tsuki
3. Ushiro Tsuki
4. Tsuki Gedan Gaeshi
5. Tsuki Jodan Gaeshi Uchi

Uchikomi Gohon:

6. Shomen Uchi Komi
7. Renzoku Uchi Komi
8. Menuchi Gedan Gaeshi
9. Menuchi Ushiro Tsuki
10. Gyaku Yokomen Ushiro Tsuki

Katate Sanbon:

11. Katate Gedan Gaeshi
12. Katate Toma Uchi
13. Katate Hachinoji Kaeshi

Hasso Kaeshi Gohon:

14. Hasso Gaeshi Uchi
15. Hasso Gaeshi Tsuki
16. Hasso Gaeshi Ushiro Tsuki
17. Hasso Gaeshi Ushiro Uchi
18. Hasso Gaeshi Ushiro Barai

Nagare Kaeshi Nihon:

19. Hidari Nagare Gaeshi Uchi
20. Migi Nagare Gaeshi Tsuki

Jo Barai Nanahon (7 parate del jo)

Jo Kata (forme codificate del jo):

San Ju Ichi No Jo Kata (31)
Ju San No Jo Kata (13)

San Ju Ichi No Kumi jo (esecuzione con un partner del kata 31)

Ju San No jo awase (esecuzione con un partner del kata 13)

Kumijo Juppon (10 kumi jo)

Henka no jo (il jo delle variazioni)

Jo no Riai

Aiki No Ken (il ken dell’Aiki)

Ken No Kamae (posizione del ken):

Migi (destra)
Hidari (sinistra)

Ken Suburi Nanahon (7 movimenti del ken)

Aiki Ken No Awase Ho (metodo di armonizzazione del ken):
Migi No Awase
Hidari No Awase
Go No Awase
Shichi No Awase

Kumi Tachi Gohon (5 esecuzioni con un partner)

Ki Musubi No Tachi (la spada dell’unione del ki)

Happo Giri (colpire in 8 direzioni)

Henka No Tachi (il ken delle variazioni)

Ken no Riai

Ken Tai Jo No Awase (armonizzazione del ken e del jo con il corpo):

Choku Barai

Kaeshi Barai

Kaiten Barai

Ken Tai jo yon

Ken Tai jo go

Ken Tai jo roku

Ken Tai jo shichi

Ken Suburi Nanahon (7 movimenti del Ken):

Ichi no Suburi (primo movimento)
Ni no Suburi (secondo movimento)
San no Suburi (terzo movimento)
Yon no Suburi (quarto movimento)
Go no Suburi (quinto movimento)
Roku no Suburi (sesto movimento)
Shichi no Suburi (settimo movimento)

Domande e risposte al Maestro

Da un incontro col maestro Boilini allo stesso sono state rivolte svariate domande di cui riportiamo qui di seguito quelle più interessanti.

***

D.Capita spesso di osservare tecniche di Aikido eseguite in maniera diversa e ciò addirittura nell’ambito dello stesso Dojo.Perchè accade questo ?

R. l’Aikido è una via che ogni praticante è costretto a seguire se intende comprendere il messagio di O Sensei. Il ” sentiero ” da seguire non ha mai fine per quanto attiene al concetto di fine secondo il nostro modo di approccio razionale al termine. Durante la strada si incontrano dei compagni di viaggio ed altri si ritrovano allorquando si torna in dietro per aiutare coloro che risultano attardati. l’esperienza acquisita nel tratto già percorso consente di poter proseguire oltre e di vedere cose che nella fase iniziale erano state valutate del tutto irrilevanti ed insignificanti.

Vai all’articolo completo

Zen e Aikido

La dottrina delle arti marziali contiene tanti riferimenti a quella particolare setta buddista conosciuta in giappone come ” zen “.  Dalle fonti storiche si e’ accertato che i guerrieri nobili frequentavano i templi buddisti per prepararsi con la meditazione alla loro vocazione militare. Queste sale venivano chiamate ” dojo “, ossia il nome di un luogo dedicato ad esercizi religiosi. In sanscrito originario ” bodhimandala ” : luogo di illuminazione. Ancora oggi si usa il termine dojo e, come un tempo, indica il luogo dove viene praticata ed insegnata una particolare derivazione del budo: judo, karate, aikido ecc. .

Il fine primario dello zen e’ ritrovare la semplicita’; in buona sostanza ritornare allo stato originale di purezza e trasparenza. Oggi, come un tempo, nel dojo si praticano anche tecniche della meditazione e della concentrazione che comportano l’uso del hara ( addome ) ed i relativi esercizi di respirazione addominale. Accrescendo vitalita’ e forza con la respirazione addominale, aumentano le capacita’ di concentrare le energie mentali alla ricerca introspettiva della verita’: una verita’ che nello zen si trova principalmente in se stessi.

La pratica delle tecniche di aikido tradizionale aiuta a sviluppare vitalita’ e forza interiore, migliorare la propria qualita’ di vita ed aiutare gli altri. Allorquando l’infinitesimamente grande diventa sinonimo di infinitesimamente piccolo e’ possibile comprendere la vastita’ di un oceano osservando l’acqua raccoltasi in una pozzanghera.

La pratica

Uno degli aspetti che caratterizza maggiormente l’Aikido tradizionale del maestro Morihei Ueshiba é l’interazione che esiste tra il tai jutsu (tecniche a mani nude) ed il buki waza (tecniche con armi)e piu’ esattamente, come diceva lo stesso Ueshiba, l’Aikido si compone dei tre aspetti: tai jutsu, ken jutsu e jo jutsu, inscindibili l’uno dall’altro. Il ken é una spada lignea, il Jo un bastone; entrambi derivano da armi usate in Giappone dai leggendari samurai. le armi nell’aikido non vengono utilizzate per uccidere o comunque per produrre lesioni ai nostri simili, ma semplicemente come strumenti di coordinazione psico-fisica. Il corpo, attraverso un duro e costante allenamento con le armi, impara ad armonizzarsi ai movimenti aiki ed a sua volta, in perfetta sinergia con la propria mente, fa sempre più sue le armi al punto tale da considerarle come naturale estensione del proprio raggiunto equilibrio.

Budo

All’origine era marziale quell’arte connessa con la guerra. Non importava dove la si praticasse,ma la connotazione comune era l’approccio allo studio delle tecniche di guerra. Come detto, un tempo lo studio era basato sull’utilizzo di armi proprie ed improprie forgiate,le prime, secondo gli usi ed i costumi delle popolazioni interessate. Successivamente quelle discipline di combattimento studiate e sviluppate in oriente, soprattutto in Giappone,grazie alla loro notorietïà divennero ben presto sinonimo di arti marziali. Infatti,comunemente, oggi quando si usano i termini di “arte marziale” si pensa immediatamente ad una delle tante discipline di combattimento giapponesi.

Vai all’articolo completo

Aikido e positività

Spesso si sente dire fra gli – addetti ai lavori – che la pratica della disciplina – Aikido – porta a socializzare. Ma come sia possibile che un’arte marziale, sotto certi aspetti dura e che fa ricorso anche alle armi, che si pratica in genere a coppie ed alle volte da soli può sviluppare ciò anche di più di uno sport di squadra come il calcio, il rugby ,la pallavolo ecc. ecc. ? Vi è da dire da subito che nella pratica dell’aikido ogni parte del corpo collabora alla riuscita di una tecnica. Far lavorare ogni parte del corpo non significa solo ripartire egualmente lo sforzo profuso, ma decisamente qualcosa di più.

Vai all’articolo completo

Dizionario

Ai-hanmi : stessa guardia
Aiki kaiso : fondatore dell’aiki
Aiumi-ashi : spostamento in avanti (il piede avanzato si alterna con quello arretrato)
Atemi : colpi contro parti vulnerabili del corpo
Awase : movimenti di armonizzazione

Buki-waza : tecniche con le armi

Chudan : medio

Do : via
Domo arigatò gozaimashita : grazie molte
Dori : presa
Dozo : prego

Eri : colletto, bavero

Gedan : basso
Gyaku-hanmi : guardia opposta
Gokyo: quinta tecnica di immobilizzazione
Gomen nasai : scusi

Hajime : inizio
Hanmi :guardia, l’angolazione dei piedi forma un triangolo
Hanmi Handachi waza : tecniche in cui uke e nage sono uno in piedi e l’altro seduto
Hara : ventre
Hidari : sinistra
Henka : variazione
Hiza : posizione in ginocchio seduto sui talloni

Ikkyo : prima tecnica di immobilizzazione

Jo : bastone
Jodan : alto
Juji-garami (o Juji-nage) : proiezione con le braccia incrociate
Jutai : morbido, cedevolo

Kaeshi waza : controtecniche
Kakudo : angolo
Kamae : posizione
Kamiza : lato del tatami su cui si trovano i Kami
Kata : spalla
Katame waza (o Osae waza) : Tecniche di controllo
Ken : spada
Kiai : grido
Ki no nagare : forma fluida
Kihon : forma di base
Kime : determinazione
Kitai : con il ki
Kohai : lo studente più giovane in Aikido
Konbanwa : buona sera
Konnichiwa : buon giorno
Kotai : duro
Koshi : anca
Kote : polso
Kumi-jo : tecniche per due persone con il bastone
Kumi-tachi : tecniche per due persone con la spada
Kyu : grado sotto il dan

Maai : distanza corretta
Mae : davanti
Mawatte : girate
Metsuke : penetrare con lo sguardo
Migi : destra
Morote-dori : presa con due mani su un braccio
Muna : petto

Nagare : flusso, corrente
Nageru : proiettare
Nage waza: tecniche di proiezione
Nejiru : torcere
Neziru : prendere
Nikkyo : seconda tecnica di immobilizzazione

Ohayò gozaimasu : buon giorno (usato il mattino presto)
Omote : di fronte
Onegai-shimasu : per favore
Oyasuminasai : buona notte

Randori : Pratica libera spesso con più attaccanti
Rei : saluto
Ritsurei : saluto in piedi
Rokkyo : sesta tecnica di immobilizzazione
Ryo : entrambi
Ryo-kata-dori : presa alle due spalle
Ryote dori : presa ad entrambe i polsi
Ryutai : fluido

Sameru : attaccare
Sankaku : triangolo
Sankakutai : posizione di hanmi nella quale i piedi formano un triangolo
Sankyo : terza tecnica di immobilizzazione
Seiza : posizione seduta
Sempai: lo studente più anziano in Aikido
Sensei: maestro
Setsumei : spiegare
Shiho-nage: Proiezione nelle quattro direzioni
Shikko: camminare sulle ginocchia
Shimoza: lato del tatami su cui si dispongono gli allievi
Shita: basso
Shitsumon : domanda
Shomen : frontale
Shomen-uchi : colpo frontale alla testa
Sode : manica
Soto-mawari : esterno
Suburi : movimenti individuali con le armi
Suwari-waza : tecniche dalla posizione seduta

Tachi-dori: tecniche su attacco di spada
Tachi-waza : tecniche dalla posizione in piedi
Tai : corpo
Tai-no-henko : cambio di posizione del corpo,movimento base tecniche ura-waza
Tai-sabaki : movimenti circolari del corpo (tenkan,irimi tenkan)
Tanto-dori : tecniche da attacco di pugnale
Te : mano
Tegatana: “mano spada”
Teiko : resistenza
Tenchi-nage : proiezione cielo-terra
Tomoe : arco, ruota
Tori : persona che esegue la tecnica (letteralmente colui che viene preso)
Tsugi ashi : spostamento in avanti (il piede avanzato mantiente la posizione davanti)
Tsuka : impugnatura della spada
Tsuki : pugno o, con arma colpo di punta
Tsuri : tirare

Uchi : colui che colpisce ,colpo
Uchi-mawari : interno
Ude: braccio
Udekime-nage : proiezione con leva sotto il braccio
Uke : Colui che riceve la tecnica,(letteralmente colui che partecipa)
Ukemi : cadute
Ura-waza : tecnica effettuata ruotando dietro uke
Ushiro : dietro

Waza : tecnica

Yame : basta
Yoko-ukemi : caduta laterale
Yokomen-uchi : colpo alla tempia
Yonkyo : quarta tecnica di immobilizzazione
Yudansha : persona che ha un grado di dan

Zarei : saluto in ginocchio

Storia aikido

La storia dell’Aikido é la storia del suo fondatore, ogni avvenimento che segnò la sua vita, parallelamente segnò una svolta ed un impulso a questa nobile arte. Conoscere Ueshiba significa comprendere quale fertile terra permise la nascita e lo sviluppo dell’Aikido tradizionale con la sua tecnica e la sua profondità.
Morihei Ueshiba nasce a Tanabe, nei pressi di Osaka il 14 Dicembre 1883;terzo di quattro figli e primo maschio e’ di costituzione fragile, cosi’ per fortificare il suo fisico, il padre, un piccolo proprietario terriero impegnato nella politica locale, lo iscrive a corsi di sumo e di nuoto.

Vai all’articolo completo